Materiali, dai più tecnici ai più pratici.
pla
PLA

PLA

Il PLA è una materia plastica molto utilizzata nella stampa 3D, viene estratta e prodotta dall’amido di mais e patate, questo fa si che sia biodegradabile ed ecologica
la definizione degli oggetti ricreati in questo materiale risulta molto buona inoltre garantisce la riuscita di stampa grazie anche ad una bassissimo coefficiente di ritrazione. E’ un materiale molto rigido quindi se viene sottoposto a sollecitazioni tende a rompersi.
La facilità di stampa del PLA è il suo punto di forza, la finitura può risultare traslucida, tutti i tipi di questo polimero aderiscono bene al piano in vetro con lacca (temperatura minima ambientale 20°C) o Gekopad® (piano a 50°C).

  • Temperatura di stampa: 200°C – 210°C

  • Temperatura piano: Ambientale (min 20°C)

  • Superficie di stampa: Vetro con lacca o Gekopad® (piano a 50°C)

ABS

ABS

l’ABS è una materia plastica discretamente utilizzata nella stampa 3D.
Viene spesso utilizzato per la produzione di oggetti leggeri e durevoli (tubi, teste di mazze da golf, etc..).
La definizione degli oggetti ricreati in questo materiale risulta molto buona inoltre garantisce un’ottima resistenza meccanica.
L’ABS ha un elevato coefficiente di ritrazione, di conseguenza necessita di alcuni accorgimenti quali il paino di stampa riscaldato e/o l’utilizzo di un piano Gekopad®.
L’utilizzo di Gekopad® per stampe in ABS è altamente consigliato.

  • Temperatura di stampa: 235°C – 245°C

  • Temperatura piatto: 100°C – 110°C (con e senza Gekopad®)

  • Superficie di stampa: Vetro scaldato con lacca o Gekopad®

abs
pet
PET

PET

ll PET-G fa parte della famiglia dei poliesteri, che si ottengono per polimerizzazione a stadi.
Il PET-G, quindi, è un copoliestere termoplastico modificato con glicole ed offre ottime caratteristiche di trasparenza e brillantezza, resistenza agli urti anche a basse temperature ed anch’esso è idoneo, come il PET, al contatto alimentare.
Questo tipo di polimero senza stirene ha il vantaggio di una maggiore stabilità dimensionale ed ha un effetto warping quasi nullo.

  • Temperatura di stampa: 250°C – 265°C

  • Temperatura piatto: 50°C (con Gekopad® piatto spento)

  • Superficie di stampa: Vetro scaldato con lacca o Gekopad®

HIPS

HIPS

Polestirene antiurto. E’ un materiale termoplastico costituito da Polistirene e gomma Stirene-Butadiene (GOMMA sbr); La gomma presente fa si che il risultato finale diventi una plastica antiurto.
l’HIPS nell’industria tradizionale è utilizzato nella realizzazione di imballaggi, giocattoli, elementi delle celle frigorifere ed elettrodomestici.
Nella stampa 3D, invece, viene utilizzato sia per stampare oggetti finali sia per la costruzione di supporti da sciogliere poi in limonene.
Si stampa meglio ed è più economico del PVA. Le stampe in HIPS presentano ottime finiture che vanno a nascondere gli strati della stampa; gli oggetti prodotti con questo materiale possono essere levigati e colorati facilmente.

  • Temperatura di stampa: 235°C – 245°C

  • Temperatura piatto: 100°C – 110°C (con e senza Gekopad®)

  • Superficie di stampa: Vetro scaldato con lacca o Gekopad®

hips
nylon

NYLON

E’ una particolare famiglia di poliammidi, solitamente nella realizzazione di fibre tessili o di piccoli manufatti; si tinge facilmente, ma può risultare difficile da usare perché ha una forte ritrazione e scarsissima adesione alle superfici.
Il nostro nylon è stato studiato per minimizzare il fattore di ritrazione, infatti se viene raffreddato immediatamente si riduce al minimo il verificarsi di problemi.
Nella stampa 3D si adatta benissimo alla realizzazione di oggetti robusti oltre che alla creazione di oggetti a basso attrito, inoltre se stampato in strati sottili risulta flessibile.

  • Temperatura di stampa: 245°C

  • Temperatura piatto: spento

PLA Flex

E’ gommoso e deriva dal PLA, l’aggiunta di gomma nella mescola consente a questa famiglia di materiali una certa elasticità.
Per ottenere i migliori risultati conviene stamparlo a velocità notevolmente ridotta rispetto alla normale velocità di stampa (10%-30%).
I prodotti stampati con PLA Flex risultano elastici e flessibili, ma non come la gomma (TPU o TPE).

  • Temperatura di stampa 200°C – 210°C

  • Temperatura piano: Ambientale (min 20°C)

  • Superficie di stampa: Vetro con lacca o Gekopad® (piano a 50°C)

plaflex
pva

PVA

L’alcol polivinilico (PVA) è un composto chimico ottenuto per idrolisi, di norma alcalina, degi esteri polivinilici.
Il filamento di PVA viene normalmente usato per stampare i supporti, essendo lo stesso materiale idrosolubile.
Ideale per stampe complesse (come supporto).

  • Temperatura di stampa: 190°C – 205°C

  • Temperatura piano: Ambientale (min 20°C)

  • Superficie di stampa: Vetro con lacca o Gekopad® (piano a 50°C)

XT CF20 – Carbon

Si tratta di PLA caricato con polvere di carbonio.
Basato sul polimero Amphora 3D di Eastman Chemical, viene caricato con non meno del 20% di polvere di carbonio, questo dona agli oggetti stampati maggior resistenza e robustezza.
ATTENZIONE: il materiale misto a polveri di carbonio è altamente abrasivo, si consiglia l’uso di ugelli in acciaio con diametro maggiornato.

  • Temperatura di stampa: 245°C – 255°C

  • Temperatura piano: 60°C – 70°C

  • Superficie di stampa: Vetro con lacca o Gekopad®

carbon